Grace Potter - I’d rather go blind

Date 15-01-2021

por Gianni Giletti

Grace Potter per me è un mito.
Soprattutto i primi dischi, quando si preoccupava più della musica che dell’aspetto fisico. Voce scultorea, suona l’hammond e ha i blues, come da norma precisa per chi li canta.
Qui si lancia sul soul e sembra esserci nata, tanto è naturale nel cantare questo hit di Etta James. Voce importante, sound inappuntabile, con la chitarrina che spara, tipo mitraglia, l’accordo sul tempo 2 e 4, sostituendosi al rullante e l’hammond che porta il pezzo con maestria.
Donna bianca con voce nera.

 

Clicca sull'immagine per ascoltare il brano

Il brano di per sé non è tra i più famosi, ma in questo disco non ce n’e uno debole per cui, anche qui si gusta davvero il rock d’annata.

Grandi.

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok