Le arti in Asia

Date 06-12-2021

por Sandro Calvani

Creatività poliedrica e olistica

Le belle arti sono sempre state l'espressione più evidente delle culture dei popoli. Spesso sono state anche il motore principale dell'economia, dell'organizzazione sociale, delle relazioni internazionali. Lungo oltre 4.000 anni di storia, l'immensa diversità delle culture asiatiche ha prodotto centinaia di belle arti diverse, molte delle quali uniche al mondo, promosse anche dalla spiritualità di diverse religioni antichissime, tutte pre-giudaiche e pre-cristiane, come l'induismo e il buddhismo.

Le enciclopedie delle arti asiatiche hanno migliaia di pagine e diverse centinaia di arti nel loro indice, tanto che alcune arti specifiche come per esempio il benjarong (porcellana Thai e Cinese), l'origami (piegatura della carta), l'ikebana (arrangiamento artistico dei fiori), la scultura della frutta, i batik, la tessitura di seta, la calligrafia su carta o su un chicco di riso hanno non solo la loro specifica enciclopedia e corsi universitari specializzati, ma anche in alcuni casi arti separate al loro interno e arti collegate. Esistono per esempio gli artisti che fanno solo ikebana delle orchidee e altri che riproducono diversi fiori a partire dalla scultura dei frutti.

Numerosissimi sono anche gli incroci tra diverse arti, come per esempio la scultura della madre perla nelle costruzioni e nei mobili, le pietre preziose incastonate a migliaia nel marmo o nell'argento.

Mentre il nostro Platone descrisse i cinque solidi fondamentali (cubo, tetraedro, ottaedro, icosaedro e dodecaedro), per l'origami sono fonda[1]mentali invece oltre 60 poliedri. L'estrema diversità delle arti, delle loro espressioni musicali, grafiche, tessili, architettoniche attribuisce un evidente grande apprezzamento del mettere insieme la differenza, distinzione, complessità. Per esempio mentre in molti Paesi occidentali in occasioni speciali sono apprezzati e considerati eleganti un abito bianco per la sposa o uno scuro per lo sposo o per i magistrati, in oriente dominano le creazioni multicolore. Un elegante tappeto rosso occidentale, si confronta con un tappeto persiano o afghano che contiene un milione di nodi e almeno 200 colori.

All'arte veloce di una meravigliosa scultura di vetro d i Murano. Le arti in Asia Creatività poliedrica e olistica. prodotta in poche ore, in Oriente viene preferita una ceramica benjarong con multistrati di vernici o un'opera con multistrato di lacca che richiedono diversi giorni di lavorazione.

Le categorie artistiche note e praticate in tutto il mondo, sia quelle antiche e tradizionali che quelle moderne, letteratura (poesia, prosa, storia), le arti visive  (pittura, disegno, scultura), le arti grafiche (collage, design e altre forme espresse su tele, piatti e grandi superfici), le arti plastiche (scultura, modellazione), le arti decorative (smalto, design di mobili, mosaico), le arti dello spettacolo (teatro, cinema, danza, musica) e l'architettura (incluso il disegno di interni) in Oriente si sono moltiplicate in innumerevoli incroci e variazioni locali. Per esempio le opere d'arte grafica, anche animata, prodotta da oltre centomila persone che sollevano un poster di carta colorata in uno stadio, come fossero pixel di immagini, accompagnati da musica e balletti artistici di altre migliaia di persone lasciano attoniti molti osservatori occidentali.

Perfino i fuochi d'artificio, i mosaici, i fumetti, i giochi elettronici, i concerti di fontane d'acqua colorata raggiungono in Oriente sofisticazioni inimmaginabili. Il messaggio olistico fondamentale è sempre lo stesso: l'eccellenza nelle arti viene dall'insieme di milioni di esperienze e espressioni diverse; la sinfonia delle differenze è meglio della monotonia di un carattere, di un modo, di uno stile o di un colore dominante.

Sandro Calvani
NP Agosto-Settembre 2021

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok