Febbraio 1996

Date 26-01-2021

por dom Luciano Mendes de Almeida

Il 20 febbraio del 1996 è una data memorabile: inizia l’avventura dell’Arsenale della Speranza a San Paolo, in Brasile. Sarà arduo ristrutturare il grande complesso del Dais (Dipartimento di protezione e integrazione sociale), ma questa preoccupazione non offusca la gioia di cominciare una missione per Gesù e per la Chiesa: “Andate ed evangelizzate”.

I tre giovani della Fraternità maschile del Sermig sono preparati e pronti. Sono i primi tre missionari del Sermig. Partono per adempiere ai giorni nostri il comandamento di Gesù. Partono per annunziare la speranza e la pace, come hanno appreso durante gli anni, nel giorno dopo giorno del Sermig. La fondazione di un nuovo Arsenale non è altro che il proseguimento del loro sì vissuto all’Arsenale di Torino.

È l’albero che cresce, mette rami e frutti. È la gioia di gettare il seme lontano, verso l’altra sponda dell’Atlantico, di piantare un nuovo albero che darà frutti a suo tempo per il regno di Dio. L’andare a San Paolo è simbolo di altre partenze future, per dove Dio vorrà.

Ernesto è stato attratto fortemente dalla missione fin da piccolo. La vocazione missionaria caratterizza il Sermig dalla sua fondazione e si è manifestata in preghiere per la costruzione del regno di Dio, in progetti di aiuto materiale a milioni di persone che vivono situazioni tragiche, in messaggi di vita cristiana inviati al mondo intero. Ora, finalmente, si traduce nell’invio di giovani a San Paolo. È segno della maturità del Sermig. È l’ora di una particolare azione di grazie e di una profonda consolazione spirituale. Per Ernesto, è un momento speciale di servizio alla Chiesa, perché si realizza quello che il Sermig più profondamente significa: Servizio Missionario Giovani. Ora, davvero, dei giovani partono come missionari per servire con amore e generosità.

Dar vita ad un nuovo Arsenale sembrava un sogno. Oggi è una realtà: un Arsenale in Brasile simile – in qualche modo – all’Arsenale della Pace di Torino. Ringraziamo il Signore e la Madonna: con la loro protezione hanno permesso che questo sogno divenisse rapidamente realtà.

 

Dom Luciano

dal libro "Due amici"

Vedi anche la pagina su Dom Luciano Mendes de Almeida

 

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok