Johnny Diesel & The Injectors - Cry in shame

Date 24-04-2022

por Gianni Giletti

Musicista australiano con voce roca e potente, nell’anno di grazia 1989 fa uscire il suo primo disco, omonimo al nome della band, dove sciorina un rock potente con l’aggiunta inusuale del sax, timbro urlato/sparato, che fa tanto Springsteen.
Il disco è molto godibile e questo è il brano di punta, con un groove compresso che lo rende notevole.
Certo, non un capolavoro, ma rock tosto e ruspante che ho ascoltato infinite volte da allora ad adesso. Anche il disco merita.
Rokko.

Clicca sull'immagine per ascoltare il brano

Il brano di per sé non è tra i più famosi, ma in questo disco non ce n’e uno debole per cui, anche qui si gusta davvero il rock d’annata.

Grandi.

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok