Louis Armstrong - Mack the knife

Date 19-11-2020

por Gianni Giletti

Caro vecchio Louis, che tenerezza ascoltarti ogni tanto. Ti immagino con il tuo faccione tondo, che dispensi sorrisi e occhiatacce a destra e a manca, mentre produci il solito capolavoro, con la tua tromba e la tua voce. 
Le tue canzoni mi danno gioia e mi fanno ridere, perché la tua allegria facendo musica è contagiosa. E poi, tu sei sempre Mr. Jazz, colui che più di tutti ha fatto conoscere all’universo mondo la musica nata 100 e passa anni fa sulle rive del Mississipi e non solo.
Qui interpreti un classico, con quello swing sostenuto che ti contraddistingue, alternando alla perfezione tromba e voce, con un finale travolgente. Una chicca il cambio di tonalità sulla pausa prima dell’ultimo assolo.
Immortale.

Clicca sull'immagine per ascoltare il brano

Il brano di per sé non è tra i più famosi, ma in questo disco non ce n’e uno debole per cui, anche qui si gusta davvero il rock d’annata.

Grandi.

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok