Fabrizio Frizzi all’Università del Dialogo del Sermig

Date 19-02-2014

 

"Oltre lo schermo" per non essere di plastica.  I giovani si confronteranno con il conduttore televisivo  Fabrizio Frizzi.
Martedì 12 aprile, a partire dalle 19
, all'Arsenale della Pace di Torino.

    VIDEO                         FOTO   

 

FABRIZIO FRIZZI ALLARSENALE DELLA PACE

Il conduttore ospite dell'Università del Dialogo del Sermig. Il mito del successo, la smania di visibilità, il quarto d'ora di celebrità sognato e rincorso. E il mondo dei media tirato per la giacca, tra giudizi e pregiudizi. Se ne parlerà martedì 12 aprile all'Arsenale della Pace di Torino con Fabrizio Frizzi. Il conduttore di Rai Uno è l'ospite del nuovo incontro dell'Università del Dialogo. A partire dalle ore 19, nell'Auditorium dell'Arsenale, un confronto a tutto campo con giovani, adulti e gruppi di ascolto di altre città italiane in collegamento video, sul tema "Oltre lo schermo. Per non essere di plastica".

L'Università del Dialogo è uno spazio di formazione permanente promosso dal Sermig, per guardare in faccia i problemi del nostro tempo e cercare di percorrere strade di speranza.
Inaugurata in Vaticano il 31 gennaio del 2004 da papa Giovanni Paolo II, negli ultimi anni ha accolto testimoni di ogni orientamento, della cultura e dei media, dell'economia e della politica, della solidarietà e dell'arte.
Adulti con responsabilità particolari disposti a confrontarsi con i giovani, realizzando anche in campo culturale quell'incontro tra generazioni che il Sermig considera indispensabile per cambiare il mondo. Ospiti dell'ultimo anno, lo scrittore Erri De Luca, il direttore de La Stampa Mario Calabresi, l'arcivescovo di Baghdad mons. Jean Benjamin Sleiman, l'arcivescovo di Torino mons. Cesare Nosiglia, il giornalista Aldo Maria Valli, il sindaco di Torino Sergio Chiamparino. Filo conduttore di ogni incontro il tema "Ogni porta ha la sua chiave". Esiste un problema?
Un muro insormontabile, una porta serrata che non lascia vie di uscita? Si può provare a sfondarla, con il rischio però di trovarsi di fronte ad una chiusura più grande. Oppure, con umiltà, si può cercare di trovare una chiave. Nei suoi 46 anni di storia il Sermig ha capito che l'unica chiave possibile per affrontare i problemi del mondo è la speranza. Una chiave che permette di aprire e soprattutto, di lasciare aperte per sempre, porte impensabili.
 
L'incontro proseguirà alle ore 21.00 con il consueto appuntamento dei Martedì dell'Arsenale, un momento di condivisione e preghiera aperto a tutti, animato dalla Fraternità del Sermig.


Per info:
segreteria Sermig
tel 011.4368566
sermig@sermig.org
unidialogo.sermig.org - sermig.org 

 

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok