Asd Sermig - Borgonuovo 3-0

Date 14-11-2019

por Arsenale della Piazza

Uno il minuto che hanno impiegato i nostri pulcini a far capire agli avversari che oggi non avrebbero avuto molte possibilità. Inizio forte che non ti lascia fiato. Istinto che ti guida subito ad aggredire gli avversari per conquistare subito quella cosa per cui ogni bambino corre. Quella cosa che ha il potere di farti sognare ad occhi aperti: il pallone.

Due i gol di Ilyass. Dopo un primo tentativo andato a vuoto Ilyass ha trovato i suoi due gol del match uno dopo l'altro a distanza di un minuto. La mano protesa del mister per congratularsi per il gol è stata più per la grinta messa in campo, perché segnare è bello ma aiutare i compagni mettendoci voglia lo è di più.

Tre le azioni degne di nota di Momo. Il balletto con la sua ombra ad inizio partita quando faceva il portiere e gli avversari non superavano neanche la metà campo; Il bel gol dopo una caparbia azione personale e il tentativo disperato di far segnare Wassim in ogni modo. Peccato che sia stato lo stesso Wassim a bloccare Momo nel suo miglior tentativo andandoci addosso al limite dell'area di rigore. È stato un po' come vedere una persona sbattare contro una porta a vetri mentre corre.

Quattro infarti ogni qual volta il diretto avversario di Hamdy prendeva palla. Ogni volta vedeva un piccolo diavolo prendere un buco spazio-temporale e in zero secondi se lo ritrovava addosso. Pure il suo mister ha provato a fermarlo per pietà del malcapitato di turno ma testardo fino al midollo ha continuato e la spiegazione è facile. Si vada a leggere il punto Uno.

Cinque anni. Questo il tempo che ha impiegato il pallone di Victor ad entrare in porta (si quella giusta). Tiro di rara lentezza ma anche di rara precisione. Tocco arrivato dopo un velo involontario di Wassim e con Victor che, nel tentativo di colpire la palla, quasi non ci finiva addosso. Ma l'obiettivo è stato raggiunto: anche Victor ha segnato.

Almeno Sei le azioni belle da vedere dei pulcini. Quelle azioni che ti fanno rimanere col fiato sospeso e ti lasciano una sensazione di felicità mentre cerchi di memorizzare le varie combinazioni che hanno portato la manovra a trovare esattamente quegli spazi aperti. "Calcio Champagne" è l'urlo di un soddisfatto tifoso.

Sette è il numero di Eslam che con semplicità entra nel tabellino marcatori e disegna belle geometrie col suo sinistro nonostante sia stato messo a destra, dove proprio non voleva stare. Il convincimento per lui è stato dirgli "Non importa vai". La sua faccia non sembrava tanto convinta ma il risultato è stato più che positivo.

Otto gol per Adam. MVP della giornata che segna da qualunque posizione e in qualunque modo. Alterna giocate individuali a giocate di sponda per la felicità del suo mister. Quando verrà richiamato in panchina dirà "Devo fare altri gol perché è venuta la nonna a vedermi". Non può che essere rimesso in campo e completare la sua opera. Ah nel terzo tempo fa pure il portiere e non fa passare uno spillo. Tuttofare.

Nove alla prestazione di Ale che è nella giornata in cui ti riesce tutto. Dribbling, gol e assist. Ad un certo pure decide pure di mirare la schiena di Adam e tirargli addosso per far finire la palla sotto l'incrocio. Lui, ovviamente, sostiene di averlo fatto apposta. I dubbi sono forti ma facciamo finta di crederci dai.

Dieci ai capelli del mister. Questo è il voto che idealmente assegna Wassim alla sua capigliatura. "Hai dei capelli bellissimi" e inizia a toccarglieli. Mentre il mister tenta in ogni modo di fermarlo, ecco che Ilyass non perde tempo e glieli scombina ancora di più. Hamdy è l'unico ad arrivare in soccorso e prova a convincere i due ribelli che alla sua ragazza i capelli piacciono perfetti. Lo sgomento si dipinge sul suo volto quando scopre che in realtà è tutto il contrario.

A cura di Mario Salvatore

 

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok