La Signora Farina

Date 07-12-2020

por Arsenale della Piazza


Far Felici I Bambini” è il nome del negozio che ha aperto la signora Farina in piazza “State Uniti”, vicino alla scuola di Felicizia. La signora Farina è piccolina e ha i capelli bianchi come la farina. Fa i biscotti, il pane, la pizza, le brioches e la focaccia, ha un forno a legna grandissimo senza registratore di cassa.

Tutta la notte, la signora Farina, frulla, impasta, sale quanto basta, gioca con le uova, fa la neve con il bianco, fa la crema con il rosso, e poi tira, e poi molla, infine accarezza e dà il bacino della buonanotte a tutti i dolci e alle pagnotte, come le raccomanda ogni sera Sua Altezza Regina Gentilezza.

I bambini prima di entrare a scuola, per aumentare l’energia e fischiare meglio, passano dal negozio. All’intervallo, per concentrarsi meglio, passano dal negozio. All’uscita della scuola, per riempire la pancia e correre più veloci, passano dal negozio. Insomma passano dal negozio tutto il giorno.

Non avendo il registratore di cassa, la signora Farina si fa pagare in azioni, come quelle della banca, solo che queste Azioni sono Buone. Vuoi una focaccia la mattina? Scrivi su un biglietto un’Azione Buona che dovrai fare prima delle 12. Il biglietto lo dai alla signora Farina e lei ti dà la focaccia.

Il giorno dopo vuoi una pizza? Tre Buone Azioni prima delle 19. La signora Farina legge sempre tutti i bigliettini e  ogni tanto verifica a campione che le Buoni Azioni vengano fatte davvero, non perché non si fida dei bambini, ma perché sa che a loro ricevere lodi e complimenti piace come mangiare la sua pizza.

Non si capisce bene se è più felice la signora Farina o se sono più felici i bambini. Proprio non si capisce, sarà un bene recicropo…recripofo… reccicopo… insomma..hai capito no? È quella cosa lì.


Onofrio Colella

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok