Premio per la Cultura Mediterranea 2021 - sezione "Società Civile" - istituito dalla Fondazione Carical

Date 26-10-2021

por Redazione Sermig

Dal 1964 (aveva 24 anni, oggi ne conta 81) l'unico scopo della sua vita è ado­perarsi per la pace, per la giustizia, con­tro la fame nel mondo, aiutando i poveri egli emarginati. E accarezza un sogno: che ogni uomo si attivi perché nessuno soffra e patisca, non importa la razza, lingua, religione... Si chiama Ernesto Olivero.

A lui è andato il Premio per la Cultura Mediterranea 2021 - sezione "Società Civile" - istituito dalla Fondazione Carical, di cui è presidente Luigi Marrone, per segnalare gli intellettuali impegnati a favore del dialogo -ad ogni livello- nell'area del "mare nostrum".

Sul palco del Rendano, dove l'altro ieri ha ritirato il riconoscimento, Oli­vero ha spiegato senza mezzi termini il "perché" dei suoi obiettivi: "Siamo tut­ti figli di Dio:dobbiamo metterci al posto del prossimo che ha problemi" possibile solo con "il volontariato serio, fatto essenzialmenre di atti di generosità".

Gazzetta del Sud


Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok