Il gruppo Sermig di Bonate Sopra compie 15 anni: i giovani al centro

Date 19-05-2021

 



Una montagna di scatole ordinate accoglie chi entra nella sala centrale della vecchia scuola elementare di Bonate Sopra. Dentro ci sono vestiti, farmaci, libri.
Al sabato pomeriggio, i giovani si mettono all’opera: uno apre le scatole, un altro le svuota, altri ne ordinano il contenuto. Il materiale si smista, controlla, divide. Si riempiono decine di nuovi scatoloni. Su ognuno, un’etichetta: tipologia di materiale donato e destinazione.

Le mani che operano sono quelle del gruppo Sermig di Bonate Sopra: una trentina di giovani di età compresa tra i 15 e i 30 anni, legati da una profonda amicizia al Sermig – Arsenale della Pace di Torino.
Durante gli ultimi mesi, i materiali e le offerte raccolte sono stati destinati vicino – ai frati cappuccini di Bergamo e al Sermig di Torino – e lontano – al  Libano, dopo l’esplosione del porto di Beirut e a progetti di aiuto per i migranti in Bosnia.
Nei primi mesi del 2021 2,3 tonnellate di materiale hanno raggiunto situazioni di difficoltà. Frutto di una catena che ha coinvolto centinaia di persone in tutto il territorio di Bergamo. “Il nostro telefono squillava continuamente” raccontano i giovani di Bonate “le persone volevano capire come essere utili”.

Nel 2021, il gruppo Sermig compie 15 anni. Nel tempo, i suoi obiettivi non sono cambiati: essere amici veri, fare famiglia con tante famiglie, mettere i giovani al centro. Nel 2019 hanno portato a Bergamo il 6° Appuntamento dei Giovani della Pace, che ha riunito migliaia di persone per il pomeriggio di testimonianze in Piazza Vittorio Veneto e la veglia di preghiera in Città Alta. A raccontare la loro storia è Chiara Basta, una delle prime del gruppo.

leggi tutta l'intervista a Chiara Basta

 

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok