La preghiera di Ernesto Olivero sul monumento a ricordo dei morti della pandemia a Castione della Presolana BG

Date 25-10-2020

 

Momenti carichi di emozione questa mattina a Castione della Presolana, provincia di Bergamo, (domenica 25 ottobre) con le celebrazioni in ricordo delle persone che sono morte durante la pandemia.

Dopo la Santa Messa nella chiesa parrocchiale dedicata a Sant’Alessandro, i partecipanti, sono stati invitati solo i parenti, si sono recati al vicino cimitero.
Alle 22 persone di Castione, 11 di Dorga e 8 di Bratto, scomparse dal primo febbraio al 31 di maggio, è stato dedicato un monumento con le parole che Ernesto Olivero ha dedicato ai morti di Bergamo. Gli stessi versi letti alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della commemorazione in città (28 giugno).
Oltre alla lettura delle frasi incise nella pietra, sono stati pronunciati anche i nomi di tutte le vittime. A sollevare il tricolore Marino Tomasoni, rappresentante della famiglia più colpita (ha perso tre fratelli e un cognato).

La scritta “Per non dimenticarli” è ben visibile dall’adiacente passaggio pedonale, “usato anche dagli alunni delle vicine scuole”: ha ricordato il prevosto don Stefano Pellegrini.
Il sindaco Angelo Migliorati ha inoltre ricevuto una bandiera dai rappresentanti del Sermig (il Servizio missionario giovanile fondato da Ernesto Olivero). 
Presente, con i componenti ben distanziati, il Complesso Musicale Presolana.

https://myvalley.it/2020/10/castione-della-presolana-un-monumento-e-un-cedro-a-ricordo-dei-morti-della-pandemia/

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok