Città e comunità sostenibili

Date 17-01-2022

por Valentina Turinetto

Da secoli le città sono il centro dell'arte e della cultura, come anche dell'attività economica e dello sviluppo sociale. Nella maggior parte dei casi le città sono una via per migliorare la condizione sociale ed economica delle persone. È però evidente che restano aperte molte sfide per mantenere i centri urbani come luoghi di lavoro e prosperità, che allo stesso tempo non danneggino il territorio e le risorse. Il numero di persone che vivono nelle città è elevato e si prevede che entro il 2050 circa i due terzi della popolazione mondiale vivrà in un'area urbana.

Uno degli obiettivi dell'Agenda 2030 è avere delle città che migliorino l'utilizzo delle risorse, riducendo l'inquinamento e la povertà; che offrano opportunità per tutti, con accesso ai servizi di base, all'energia, all'alloggio e ai trasporti; che forniscano accesso universale a spazi verdi e pubblici sicuri e inclusivi, in particolare per donne, bambini, anziani e disabili. L'obiettivo relativo alle città sostenibili si propone anche di supportare i Paesi meno sviluppati, anche con assistenza tecnica e finanziaria, nel costruire edifici sostenibili e resilienti, utilizzando materiali locali. Se le città sono particolarmente a rischio per la crisi climatica, è anche vero che sono il fulcro di soluzioni importanti.

Alcune città sono modello di città sostenibili, diventando leader nel promuovere interventi per garantire energia pulita e sostenibilità climatica.

Copenaghen è classificata come una delle città più green del pianeta. Negli anni, la capitale danese si è concentrata sulla riduzione del consumo energetico con l'uso di sistemi di teleriscaldamento e di raffreddamento innovativi, permettendo un significativo risparmio energetico. Anche gli interventi sulla mobilità permettono a quasi il 50% dei residenti di spostarsi quotidianamente in bicicletta.

San Francisco è un'altra città leader nella sostenibilità e nell'energia pulita. Oltre la metà dei mezzi pubblici è a emissioni zero. I cittadini hanno ridotto di oltre il 50% il consumo medio di acqua e la città si è distinta per il progresso in materia di cibo sostenibile, riciclaggio e compostaggio, con l'obiettivo di diventare a breve una città a zero rifiuti.

Vancouver è un altro esempio virtuoso, ponendosi negli anni vari obiettivi, tra cui la riduzione delle emissioni di gas serra nelle comunità e l'aumento degli edifici ecosostenibili in città, diventando la città con le più basse emissioni di gas serra pro capite del nord-america.

Anche Singapore è riconosciuta tra le principali città sostenibili, investendo in modo significativo sul sistema di trasporto: l'80% della popolazione raggiunge in meno di 10 minuti a piedi una stazione ferroviaria. È auspicabile che molte città progettino interventi in questa direzione, per[1]ché sempre di più diventino luoghi sani e quindi belli, in cui i cittadini possano stare bene.

Valentina Turinetto
NP Ottobre 2021

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok